Introduzione

Qualsiasi blogger sa quanto sia impegnativo lavorare sulla fidelizzazione della propria utenza ma, al tempo stesso, conosce i grandi vantaggi che possono derivare da questo tipo di attività: poter fare riferimento ad un pubblico che attende con ansia la pubblicazione di nuovi post diventa garanzia di un numero costante di visualizzazioni e, di conseguenza, anche di un certo ritorno economico quando nella pagine del sito sono ospitati banner e annunci pubblicitari.

Coltivare il rapporto con il proprio bacino di utenza non serve solo per ottenere un numero maggiore di visite, ma anche per stimolare i commenti ai propri post e le condivisioni sui vari social network, aumentando le chance che i contenuti prodotti raggiungano un pubblico sempre più vasto.

Lo strumento più utile per creare un canale di comunicazione diretto con gli utenti più affezionati al proprio blog è rappresentato dalle newsletter: la posta elettronica è un mezzo semplice ma anche assai efficace, specie quando l'obiettivo è quello di promuovere contenuti online, ai quali è possibile accedere con un semplice click su un collegamento.

Chiunque accede al web dispone di almeno un indirizzo di posta elettronica e questo fatto contribuisce a creare una platea potenzialmente raggiungibile con l'invio di newsletter davvero molto vasta. In più, negli ultimi anni l'efficacia dell'Email Marketing, ovvero delle strategie promozionali basate sull'invio di email, è aumentata ulteriormente, dal momento che molti utenti oggi possono consultare i messaggi ricevuti in qualsiasi momento, grazie a smartphone e tablet.

Gestire un servizio newsletter attraverso il quale promuovere i contenuti del proprio blog e coltivare il rapporto con i lettori più affezionati richiede un investimento davvero minimo, ma garantisce un ritorno eccezionale, sia in termini di popolarità che di numero di accessi al proprio sito web.

Per organizzare nel migliore dei modi il lavoro, è opportuno ricorrere ad un sistema professionale per l'invio di newsletter e la gestione delle campagne di Email Marketing, come OpenDEM, la piattaforma completamente web based che permette di organizzare le liste di contatti, comporre i messaggi e spedirli verso destinatari multipli semplicemente registrandosi sull'apposito portale, offrendo così la possibilità di gestire autonomamente e in prima persona tutto il lavoro.

 

Le soluzioni più efficaci per il servizio newsletter di un blog

Lo step più importante nella messa a punto di un servizio newsletter efficace per pubblicizzare il proprio blog e i suoi contenuti riguarda l'allestimento della lista (o delle liste) di contatti.

In effetti, disporre di mailing list di qualità è il modo migliore per essere certi di rivolgersi sempre ad un pubblico interessato alle notizie e agli aggiornamenti proposti nei messaggi.

Una buona lista di contatti è costituita da indirizzi di posta elettronica attivi e raccolti con il pieno consenso degli utenti a cui corrispondono, sia per quanto riguarda le modalità di trattamento dei dati personali che la ricezione delle newsletter.

Raccogliere i contatti per la mailing list di un blog è particolarmente semplice: è sufficiente inserire nella home e nella varie pagine del proprio sito un form di registrazione al servizio newsletter, che contenga i campi canonici di nome e cognome, quello per l'indirizzo di posta elettronica e quelli per spuntare la presa visione dell'informativa sul trattamento dei dati personali e il consenso all'invio dei messaggi.

Se il blog in questione affronta tematiche di carattere generale, potrebbe essere utile offrire agli utenti la possibilità di indicare gli argomenti di proprio interesse. OpenDEM permette di aggiungere campi creati ad hoc nelle proprie mailing list, per inserire qualunque informazione aggiuntiva utile per la profilazione dei contatti. In questo modo, si ha la possibilità di -segmentare le liste sulla base degli interessi- degli utemti e di creare newsletter mirate, da spedire solo alle persone davvero interessate ai temi trattati al loro interno.

I contenuti da veicolare nelle newsletter avranno il fine di spingere i destinatari a consultare le pagine del blog oppure quello di rafforzare la propria reputazione e quella del proprio progetto.

Tra le soluzioni consigliate ci sono:

  • la segnalazione di nuovi articoli, guide, approfondimenti, interviste o tutorial pubblicati sul blog. A scelta, è possibile dedicare una newsletter al contenuto del giorno o della settimana ritenuto di maggior rilievo oppure indicare una selezione di post, magari suddivisi per tema.
  • la promozione di un evento o di un'iniziativa alla quale si prenderà parte, sia per avvisare gli utenti della propria presenza alla manifestazione in questione che della futura pubblicazione di un reportage.
  • l'invio di messaggi pensati semplicemente per ringraziare gli utenti della loro attenzione e del loro contributo all'attività del blog. In questo caso, è possibile omaggiare i lettori con piccoli regali, come un ebook di poche pagine, una guida o una white paper resi disponibili per il download.

Per quanto riguarda l'impostazione grafica del messaggio, la soluzione più efficace consiste nello scegliere stili, colori e immagini a tema con il blog, così da offrire agli utenti un'immagine sempre coerente per i propri progetti.

Utilizzando OpenDEM, la redazione delle newsletter risulta molto semplificata, perché con pochi click è possibile scegliere di utilizzare un layout preimpostato e inserire il proprio logo e tutti i propri contenuti senza doversi occupare manualmente dell'impaginazione.

Nel caso delle newsletter inviate da un blog, è particolarmente importante scegliere con attenzione sia la posizione che il testo delle Call to Action che invitano gli utenti a compiere una determinata azione (in genere visitare una pagina del sito per consultare un post). In particolare, è importante che le Call to Action siano sempre ben visibili, chiare e semplici da cliccare anche per chi legge la newsletter tramite lo smartphone o il tablet.

Se si sceglie di inserire nel messaggio una serie di link ad articoli diversi, il consiglio è quello di distanziarli il più possibile sia per renderli più evidenti che per evitare che gli utenti clicchino su un collegamento per sbaglio.

La piattaforma offre la possibilità di verificare la resa del messaggio creato, semplicemente visualizzandone un'anteprima oppure procedendo ad un invio di prova.

 

Errori da evitare nella promozione di un blog via newsletter

Il primo errore da evitare nella gestione del servizio newsletter nel blog riguarda un uso poco corretto del form di registrazione alla mailing list. Affinché il modulo possa funzionare è essenziale che esso sia sempre ben visibile, possibilmente come elemento presente in tutte le pagine del sito. Per questo motivo vanno evitati form di piccole dimensioni, poco chiari oppure inseriti solo nel piè di pagina.

Le finestre pop up che invitano ad iscriversi alla lista possono essere una soluzione funzionale, ma bisogna evitare di renderle eccessivamente invadenti se non si vuole correre il pericolo di infastidire i visitatori del blog.

La frequenza di invio delle newsletter e persino l'orario migliore per la sua ricezione devono essere studiati con attenzione, rispettivamente per evitare di indispettire i destinatari con un numero di messaggi a settimana troppo elevato e per non incappare in quelle fasce orarie in cui è poco probabile che gli utenti siano disposti a consultare il blog (ad esempio durante l'orario di lavoro).

Con i giusti accorgimenti e aggiustando la propria strategia anche in base alla reazione del pubblico (misurabile conoscendo parametri come l'Open Rate, il Click-through Rate e il numero di richieste di cancellazione) avvantaggiarsi delle notevoli potenzialità dell'Email Marketing diventa davvero alla portata di tutti, indipendentemente dalle dimensioni del proprio progetto.