Qual è il momento migliore per spedire una newsletter e ottenere un elevato Open Rate?

 

Introduzione

Avere successo con una campagna di Direct Email Marketing vuol dire centrare l'obiettivo di catturare l'attenzione degli utenti e convincerli a spendere un po' del loro tempo per approfondire le offerte o le informazioni presentate nella newsletter.

Gli elementi che possono influenzare i destinatari delle email e portarli ad interessarsi ai messaggi e ai loro contenuti sono molti: un oggetto simpatico e accattivante, un mittente ben conosciuto e ritenuto affidabile e la dovuta attenzione alle misure antispam permettono di incrementare il valore dell'Open Rate, cioè del tasso di apertura delle newsletter.

 

L'importanza del giusto tempismo nell'email marketing

Un altro aspetto molto interessante su cui focalizzare l'attenzione riguarda la scelta del momento migliore per l'invio di una newsletter.

La diffusione capillare di smartphone e tablet ha rivoluzionato il modo in cui gli utenti fruiscono del web e anche quello di consultare le caselle di posta elettronica: oggi, molte persone controllano i messaggi in arrivo in presa diretta, proprio come se si trattasse di SMS o delle notifiche di un social.

Il costante evolversi delle tecnologie digitali obbliga a continue revisioni delle strategie di Web Marketing. Tuttavia, anche se la modalità di consultazione delle email sono cambiate, rimane pur sempre vero che esistono fasce orarie e giornate nell'arco della settimana in cui, notoriamente, gli utenti sono più inclini a leggere i messaggi e a cliccare sui link contenuti al loro interno.

 

L'ora migliore per inviare una newsletter

Incrociando i dati ottenuti nel corso di diversi studi incentrati proprio sulla relazione tra momento della giornata e tasso di apertura delle newsletter, sembrerebbe che la fascia oraria compresa tra le 12:00 e le 15:00 sia quella più indicata per sorprendere i propri contatti con l'invio di un messaggio.

Il picco dell'Open Rate che si registra in questo particolare momento della giornata potrebbe essere legato al fatto che molti utenti si trovano in pausa pranzo: la lettura di una newsletter interessante oppure contenente offerte molto convenienti, in effetti, è sicuramente un buon modo per evadere dall'ambiente lavorativo e sfruttare il tempo libero a disposizione.

Anche la fascia oraria che va dalle 18.00 alle 22:00 permette, generalmente, di ottenere risultati positivi. In questo caso, la lettura delle newsletter coincide con il rientro a casa dei pendolari e di tutte le persone che si spostano con i mezzi pubblici, un'altra situazione nella quale la lettura di un messaggio ben congegnato si rivela molto piacevole. Le ore serali corrispondono al momento più rissante della giornata e, per molti, anche a quello nel quale si è maggiormente disposti ad approfondire le proposte ricevute via email.

Le ore iniziali della giornata sono in genere poco indicate per le attività promozionali basate sull'Email Marketing. Nelle prime ore del giorno, la maggior parte degli utenti sono troppo presi dagli spostamenti o dal lavoro per poter dedicare la loro attenzione alle newsletter ricevute che, di conseguenza, rischiano di accumularsi e di rimanere non lette oppure di essere direttamente cestinate.

 

Il giorno migliore per inviare una newsletter

Quando si tratta di scegliere quello più indicato per l'invio di una newsletter, non si può certo affermare che un giorno valga l'altro.

In generale, si suggerisce di evitare il fine settimana per le comunicazioni B2B (Business to Business) per il semplice fatto che molte imprese risultano essere chiuse. Per quanto riguarda le newsletter B2C invece, tale discrimine non esiste, tanto che in alcuni casi il sabato e la domenica si rivelano le giornate più fruttuose, specie per quanto riguarda in numero di conversioni realizzate.

Secondo una vecchia regola dell'Email Marketing, mai sconfessata nel corso dei vari studi, le giornate migliori della settimana per l'invio di una newsletter sono quelle centrali, in particolare, dal martedì al giovedì.

Particolarmente sconsigliato, invece, il lunedì, quando le caselle di posta elettronica di molti lavoratori sono intasate dai messaggi accumulatisi nel week end e la voglia di dedicarsi alla lettura delle email in arrivo è poca o nulla.

 

Come programmare l'invio automatico delle newsletter

Se si vuole avere la certezza che i messaggi inviati raggiungono gli utenti proprio nella fascia oraria desiderata occorre:

  • considerare i tempi necessari per la consegna di tutte le newsletter;

  • pianificare in modo opportuno l'invio automatico.
     

OpenDEM, la piattaforma online per l'Email Marketing professionale, mette a disposizione tutti gli strumenti necessari per inviare le tue newsletter e far sì che i messaggi giungano a destinazione esattamente nel momento desiderato.

Il sistema offre la possibilità di scegliere tra diversi pacchetti, dal costo crescente, sulla base della velocità con cui dovranno essere consegnate le newsletter.

In un secondo momento, OpenDEM fornisce una stima precisa del tempo necessario per completare l'invio, basandosi sulla quantità di banda acquistata. Grazie a questa informazione, diventa semplicissimo impostare l'orario corretto per l'inizio del processo.

Per ciascuna newsletter, OpenDEM dà la possibilità di indicare l'ora e il giorno in cui il sistema dovrà iniziare a spedire i messaggi. L'opzione di invio posticipato può essere selezionata subito dopo aver completato la creazione della newsletter e modificata successivamente qualora ce ne fosse il bisogno.

Pronto a dar vita a newsletter dall'aspetto professionale e a programmarne comodamente l'invio?

Perché è importante testare invii in orari e giorni diversi

La scelta dell'orario e del giorno più efficace per l'invio di una newsletter è inevitabilmente legata anche alle caratteristiche del proprio target: ad esempio, l'attenzione di un pubblico costituito da professionisti di età adulta seguirà un andamento molto diverso da quello di un gruppo di giovani studenti.

In più, esistono molte eccezioni alle regole sopra riportate. Se la propria newsletter propone la partecipazione a eventi e manifestazioni che si tengono nel fine settimana, la giornata più indicate per l'invio potrebbe essere proprio il venerdì.

In ogni caso, è doveroso ricordare che non esistono un giorno o una fascia oraria universali, in grado di assicurare sempre il massimo dei risultati per qualunque tipologia di newsletter. Come in altri casi, la tecnica migliore consiste nello sperimentare invii in orari e in giornate diverse, così da avere indicazioni dirette sul comportamento dei propri contatti e stabilire il momento migliore per massimizzare aperture e click.

 

Conclusioni

Gli orari in cui le newsletter ricevute registrano i tassi di apertura più alti sono:

dalle 12:00 alle 15:00 e dalle 18:00 alle 22:00

I giorni della settimana in cui l'open rate risulta essere maggiore sono:

il martedì, il mercoledì e il giovedì